Si avvisano i gentili clienti, che al momento non è possibile utilizzare la piattaforma PayPal per i pagamenti.
Ci scusiamo per l'inconveniente, e siamo già al lavoro per risolverlo il quanto prima.

Megar una pelletteria all'italiana

Megar, una pelletteria all’italiana. La pelle è sempre stata utilizzata dall’uomo per creare vestiti, sacche, borse, scarpe e altri accessori. Con l’andare dei tempi questo uso di un materiale così bello è naturale è andato quasi perso e le persone preferiscono comprare dalle grandi catene industriali, ma a Merano, insieme ad altri negozianti c’è un negozio specifico che non si è voluto arrendere cercando ancora di vendere prodotti, accattivanti, durevoli e di qualità italiana al 100%.

 

Megar è una pelletteria meranese a gestione familiare, nata all'inizio degli anni Ottanta. Si trova in una posizione accessibile a tutti, infatti è in pieno centro all'inizio dei portici. L'avere una posizione centrale è solo uno dei pregi di questo negozio di pellame, che verranno spiegati in questo articolo, Ma prima un po’ di storia: Il negozio ha aperto agli inizi degli anni Ottanta, ma la sua storia inizia già da prima partendo dal mercato. Il padre dell’intervista, Pasquale Rainone, lavora già da tempo nell'industria del mercato come produttore di guanti. Da Napoli decise di trasferirsi a Merano e continuare con questo mestiere.

Successivamente, per questioni di salute e di comodità passò dalla vita movimentata della vendita da strada a quella del negozio, ma mai abbassando la qualità dei prodotti, anzi, alzandone ancora di più il livello. Da come si è capito, Megar, è una azienda a gestione familiare e la figlia, attuale comproprietaria, Simona Rainone, si è unita all’attività di famiglia, ma solo dopo aver fatto delle esperienze lavorative al di fuori del negozio. Passato qualche tempo, il padre, pur avendo l’aiuto della moglie Cristina, invitò sua figlia a unirsi all'attività di famiglia, e le colse l’occasione pensano “perché non provare”. Il primo impatto nel negozio è stato molto sconvolgente, in quanto “non ero abituata a stare contatto con i clienti, non ero abituata a mettermi in discussione e il settore della pelle era praticamente sconosciuto per me”. Per quanto riguarda queste difficoltà iniziali si è adattata presto al mondo del commercio costruendosi una clientela fedele in Italia e all'estero che va avanti da venticinque anni.

Per Il marchio Megar, la qualità del prodotto è tra le priorità insieme al fatto di tenersi sempre aggiornati sulle tendenze, in modo da proporre agli acquirenti prodotti di ogni tipo di una qualità superiore. Come dice Simona “Megar è un negozio dinamico che cambia a seconda delle esigenze, cerchiamo di coprire tutti i tipi di fasce: dal cliente che vuole risparmiare pur avendo una cintura di qualità durevole a quello del marchio super conosciuto e firmato, ma mai cambiando la validità del prodotto, è un negozio per tutti, nessuno escluso.”

Il pellame che si trova in questa pelletteria è totalmente made in Italy, in quanto comprano solo da aziende e artigiani italiani che producono in Italia. L’intervistata ci spiega: “l’Italia è l’unica nazione al mondo ad avere ancora le concerie (delle aziende che lavorano e trattano in modo particolare, senza rovinare o alterare la pelle), la conceria poi viene presa dagli artigiani e trattata con lavorazioni classiche tipiche della tradizione.” Vendere un pellame made in Italy significa vendere qualità e una garanzia perché “il prodotto dura minimo dieci anni, anche venti se trattato con le giuste premure, il cliente deve rimanere contento e soddisfatto dell’articolo la pelle se invecchia (quella vera) Diventa più bella e attraente. Vendere qualità significa anche dimostrare al cliente la serietà dell’azienda e costruirsi un rapporto duraturo basato sulla fiducia.”

Per Simona, è importante trasmettere il valore di un prodotto di qualità in pelle alle borse, alle cinture, hai portafogli, soprattutto verso i più giovani che hanno perso questo legame con la moda “haute couture” e si sono sempre avvicinati di più alla “fast fashion”. Per avvicinarsi di più al mondo dei giovani, ma anche per cercare di evolversi, ha deciso di aprire un negozio online, con tutti i prodotti del negozio e aggiungendo nel suo magazzino benché prodotto eco sostenibili, di materiali e forme nuove; sempre mantenendo la qualità che potrete trovare sia nel negozio che nello store-online.